Donnalink

il blog dedicato alle donne

Pelle asfittica: diagnosi, cause e rimedi

La pelle asfittica è una pelle problematica sotto diversi punti di vista. Basti solo pensare chepresenta contemporaneamente tutte le caratteristiche della cute secca e grassa.

Lo strato superiore del derma è infatti pressoché inaridito, spesso ha un colorito smorto, quasi sempre si screpola ai primi freddi, è ruvido e poco piacevole al tatto e, se truccato, mostra parecchie imperfezioni. Gli strati interni invece presentano tutti quei difetti tipicamente associati ad una pelle grassa: dai punti neri all’eccessiva lucidità, dai brufoli ai pori dilatati passando per l’iperproduzione di sebo.

Diagnosi

Il primo problema medico che chi ha questo genere di cute deve affrontare è la difficoltà di diagnosi. La pelle asfittica infatti non sempre è facilmente riconoscibile rispetto agli altri tipi di pelle (www.nivea.it/consigli/pelle-bella/tipo-di-pelle) e, di riflesso, non sempre è immediatamente curata secondo le sue necessità. Ciò produce un peggioramento della situazione.

Il problema solitamente non è conseguenza di una caratteristica genetica dell’individuo o almeno non lo è in maniera diretta. La cute infatti si trasforma in asfittica quando ha già di per sé le caratteristiche di una pelle mista o grassa e sull’organismo intervengono determinate cause scatenanti.

Cause

I disturbi ormonali, le carenze alimentari, la disidratazione, la mancata reintegrazione dei sali minerali persi durante la giornata, il manifestarsi di fastidi gastrointestinali (soprattutto a carico di intestino e cistifellea) ed uno stile di vita non sostenibile per l’organismo sono fra le principali cause.

La pelle asfittica è anche il risultato di un’igiene carente, dell’uso reiterato di prodotti detergenti inadeguati e dell’abitudine di sottoporsi ad una skincare inappropriata. Sarebbero perciò da mettere al bando tutti quei prodotti contenenti paraffine o siliconi, non studiati appositamente per il proprio tipo di pelle o eccessivamente aggressivi.

Essi, insieme a tutte le altre cause scatenati sopra citate, stimolano l’organismo a produrre del sebo in quantità superiori rispetto al normale e, perdipiù, dalla consistenza densa, quasi paragonabile a quella della cera sciolta di una candela. Ciò basta ad ostruire i pori ed a non lasciar più respirare la pelle. Il sebo infatti resta in qualche modo ingabbiato negli strati inferiori dell’epidermide. Quest’ultima quindi reagisce all’asfissia così come sopra descritto e conferisce al paziente un aspetto invecchiato.

Pelle asfittica rimedi

Alla luce di quanto detto sin qui è ovvio che la prima necessità di una pelle asfittica resti la purificazione profonda, capace insomma di toccare tutti gli strati del derma. Il problema sta però nel fatto che questo tipo di cute, più che qualsiasi altro, necessita di un perfetto equilibrio tra l’uso di prodotti purificanti e cosmetici nutrienti. Un errore in tal senso può rendere inutile la skincare riportando il derma ad uno stato di secchezza o di iperproduzione sebacea.

Oltre all’uso di specifici prodotti, la detersione della pelle potrebbe avvenire anche per mezzo di periodici trattamenti purificanti mirati. Ottimi in tal senso sono i percorsi di bellezza che sfruttano i benefici dei bagni di vapore (www.donnamoderna.com/bellezza/viso-e-corpo/bagno-di-vapore-benefici-pelle) che svolgono azioni anti-age, detossinanti e purificanti. Quale che sia la modalità prescelta per detergere sino in fondo la vostra pelle asfittica, successivamente sarà necessario provvedere ad idratarla ed a nutrirla.

Pulizia

Prima di far tutto ciò però è fondamentale che la persona affetta dal problema riporti la cute ad uno stato naturale. Questo significa che, se davvero si vogliono ottenere dei validi risultati dalla skincare, per circa un paio di settimane si dovrà evitare di utilizzare ogni tipo di trucco e qualsiasi altro prodotto aggressivo o inadeguato. Nel novero andrebbero aggiunti anche i detergenti purificanti ed i nutrienti particolarmente corposi. In questa fase soprattutto il viso dovrebbe essere lavato con dei gel, mousse o  con dei saponi fluidi almeno due volte al giorno.

Tonificazione

Compiuto questo step, si procederà alla tonificazione mediante cosmetici a base di camomilla o fiordaliso, oppure ancora calendula e lavanda. Tutti questi fiori hanno potere riequilibrante ed azione lenitiva. L’importante è evitare accuratamente tutto ciò che contiene tensioattivi o particelle di alcool.

Cosmetici

Infine per quanto riguarda il make-up bisognerebbe seguire le stesse regole sin qui illustrate relativamente a creme e detergenti. Si dovranno scegliere prodotti come questi www.elroel.it/blog/skincare/pelle-asfittica-prodotti-skincare-e-makeup che non sono eccessivamente pesanti e non ostruiscano i pori. Si tratta di una selezione di struccanti e fondotinta di origine vegetale adatti a chi ha la pelle asfittica perché favoriscono il benessere della pelle, senza irritarla grazie alla presenza della calendula. Inoltre se avete l’abitudine di truccarvi in maniera pesante iniziate ad adottare un maquillage un po’ più leggero. Periodicamente infine sottoponetevi ad uno scrub ed alla pulizia del viso.

You Might Also Like

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi